Cronaca Mondo

India, cellulare killer: giovane allevatore muore per esplosione della batteria durante conversazione

Morire per un cellulare, evento raro ma possibile, è quanto è capitato ad un giovane 23enne originario del Rajasthan, in India. Il giovane allevatore Gopal Gujjar è stato ritrovato morto a Kota, nella sua fattoria, con gravi ferite all’orecchio destro, al collo ed alle spalle. Il ritrovamento del telefonino in pezzi accanto al suo corpo ha suggerito che ad ucciderlo sia stata l’esplosione della batteria del suo Nokia 1209, e la peculiarità di questo tragico, ma curioso incidente, risiede nel fatto che il cellulare non fosse in carica, condizione che ha scatenato incidenti simili.

Non è la prima volta che si parla di morte da cellulare, altri casi sono stati segnalati in Cina, Corea, Nepal e Brasile, e sono stati causati dall’impiego di batterie non originali e sovraccaricate. Un’altra morte da cellulare si era verificata a gennaio in India, dove il telefonino di una giovane donna è esploso mentre parlava con il marito, tenendo però il telefono in carica.

Il fenomeno ha coinvolto diversi marchi produttori di cellulari, che dal canto loro negano ogni responsabilità, e assicurano che l’utilizzo di pezzi originali e non contraffatti garantisce la totale sicurezza nell’uso del loro prodotti. E mentre si attendono le dichiarazioni ufficiali della Nokia.

To Top