India, rifiuta di cambiare religione e sposarlo. Lui la violenta e la uccide

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Agosto 2020 14:25 | Ultimo aggiornamento: 27 Agosto 2020 14:25
India, rifiuta di cambiare religione e sposarlo. Lui la violenta e la uccide

India, rifiuta di cambiare religione e sposarlo. Lui la violenta e la uccide (Foto archivio Ansa)

In India una ragazza di 18 anni è stata violentata, uccisa e mutilata dopo essersi rifiutata di cambiare religione e sposare chi poi si è rivelato il suo assassino

Una giovane donna di 18 anni in India, nello Stato dell’Uttar Pradesh, sarebbe stata uccisa dall’uomo che aveva rifiutato di sposare per non aver cambiato religione. E’ quanto riferisce Fanpage. 

La polizia ha arrestato l’uomo, Mohd Dilshad. Secondo l’accusa, quando aveva saputo che la giovane si stava per sposare avrebbe chiesto a sua volta di esserne il marito e di cambiare religione per sposarlo. Ma lei l’ha rifiutato. E così lui l’ha stuprata, uccisa e mutilata. 

Il rinvenimento del corpo e l’arresto

Il cadavere della ragazza giaceva nei campi dell’Uttar Pradesh, vicino ad uno stagno, a 200 metri dal suo villaggio. Poco dopo l’arresto Mohd Dilshad ha confessato.

Ad incastrare l’uomo, le telecamere di sorveglianza della zona, oltre ad alcune prove raccolte dagli investigatori. 

L’omicida lavorava nella sartoria in cui la ragazza andava a farsi sistemare gli abiti. La vittima apparteneva alla categoria dei dalit, i cosiddetti intoccabili del sistema di caste induista. 

Alcuni hanno definito il brutale assassinio della ragazza come un caso di “Love Jihad”, una sorta di atto di guerra di fronte al rifiuto di conversione religiosa. (Fonte: Fanpage)