India: ragazza di 12 anni sacrifica agli dei un bimbo di 4 anni

Pubblicato il 13 Marzo 2010 10:59 | Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2010 10:59

Una ragazzina indiana di 12 anni ha ucciso un bambino di quattro vicino a Bulandshahr (India settentrionale) in un macabro rito propiziatorio degli dei. Lo scrive oggi il quotidiano The Times of India di New Delhi.

La tragica vicenda è aggravata dal particolare che i genitori della giovane, che vive nel villaggio di Chandaniya (Stato dell’Uttar Pradesh), sono in carcere per aver sacrificato anche loro un bimba di quattro anni durante una cerimonia il 25 gennaio scorso una bimba.

Poche settimane prima questa terribile coppia aveva cercato di immolare un loro nipotino di tre anni, ma il padre di questo, venuto a sapere del progetto, era riuscito a portarlo in tempo all’ospedale, salvandolo.

Tutto ciò perchè, rivela il giornale, “i due e la figlia 12enne credevano che se fossero riusciti ad offrire agli dei tre sacrifici umani, non solo tutti i loro problemi sarebbero scomparsi, ma sicuramente si sarebbero imbattuti in un tesoro nascosto nel terreno della loro fattoria”.