India, si diffonde la ”malattia della Foresta di Kyasanur”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2018 5:57 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2018 18:01
Il virus noto come la "malattia  della Foresta di Kyasanur''

Il virus noto come la “malattia della Foresta di Kyasanur”

NEW DELHI – In India si sta diffondendo la pericolosa “malattia della Foresta di Kyasanur”, MFK, e il virus finora ha contagiato centinaia di persone, provocando 19 decessi, come avverte un organismo di vgilanza i turisti che hanno in programma un viaggio nel Paese.

Il virus, strettamente imparentato con la febbre gialla, la febbre dengue e della febbre emorragica di Omsk, si ritiene si stia diffondendo da un focolaio iniziato in tre villaggi nel Sindhudurg.
Secondo il report della vigilanza Rospotrebnadzor “tra gennaio 2016 e gennaio 2018, i test di laboratorio hanno confermato 332 casi della malattia nel distretto, di cui 19 letali. Le autorità indiane non hanno specificato l’incidenza della MFK per gennaio 2018″.

Il pericoloso virus si trasmette agli esseri umani con la puntura di zecca o dal latte di animali infetti, riferisce Express.
I sintomi della malattia comprendono febbre, forti mal di testa e sangue dal naso; si ritiene che anche vomito, tremori e disturbi mentali siano segnali di MFK.
L’addetto statale alla sorveglianza, Pradeep Awate, ha spiegato che i villaggi vicini sono stati istruiti sul modo migliore per “scongiurare la malattia. Finora il virus è rimasto confinato nel distretto di Sindhudurg”.
Per bloccare la diffusione dell’MFK sono state vaccinate circa 50.000 persone e, sostiene Awate, “puntiamo a 100.000 persone ad alto rischio, tra cui agricoltori, allevatori di bestiame”.