India, turista svizzera stuprata in campeggio: confessano 5 sospettati

Pubblicato il 17 Marzo 2013 19:03 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2013 19:42
Stupri in India

Stupri in India (Foto LaPresse)

NEW DELHI – Una turista svizzera è stata stuprata da un branco di uomini in India. L’aggressione è avvenuta in un campeggio nel Madhya Pradesh, nell’India centrale, il 16 marzo. Almeno 7 uomini hanno derubato la coppia ed abusato della donna. La polizia ha arrestato 13 sospetti e 5 di questi hanno confessato.

La turista svizzera è stata trasportata in un ospedale di Gwalior dove i medici hanno confermato la violenza subita. La coppia era impegnata in un viaggio in bicicletta attraverso famose località indiane. Dopo aver visitato la cittadina di Orcha, erano diretti ad Agra, dove si trova il celebre mausoleo del Taj Mahal.

Il commissario della polizia di Datia, C.S. Solanki, ha detto che gli agenti sono riusciti a individuare i sospetti stupratori sulla base della descrizione fornita dalla vittima. Si tratta dell’ennesimo caso di violenza in India dopo il brutale stupro e uccisione di una studentessa a New Delhi a dicembre che ha sollevato una rivolta popolare contro il governo accusato di non prendere sufficienti misure per proteggere le donne.

Cinque uomini, sospettati di aver preso parte allo stupro di gruppo nei confronti di una turista svizzera in vacanza in India, hanno confessato, riferisce il 17 marzo la polizia.