India, volevano seppellire viva la figlia femmina per avere un maschio

Pubblicato il 11 Maggio 2012 8:37 | Ultimo aggiornamento: 11 Maggio 2012 8:52

NEW DELHI – Padre e zio di una bimba di due mesi sono stati arrestati nella località indiana di Pilkhuwa (a 40 chilometri da New Delhi) per aver cercato di mettere in atto una raccomandazione 'tantrica' di seppellire viva la piccola per poter avere in famiglia un figlio maschio. Lo riferisce oggi The Hindustan Times.

La vicenda è stata confermata dal sovrintendente di polizia della località, S. Kiran, il quale ha precisato che l'allarme è stato dato da un impiegato di un crematorio che ha visto i due scavare una fossa.

''Ma ciò che avevano con loro – ha assicurato – non era un cadavere ma una bambina ancora viva, avvolta in una coperta, che piangeva disperatamente''.

Giunta sul posto, la polizia ha constatato che tutto era pronto per un rito tantrico in cui il sacrificio della bambina avrebbe portato ''un figlio maschio e prosperità alla famiglia''.

Trasferita in ospedale, la piccola è in terapia per un grave stato di denutrizione mentre padre e zio sono stati arrestati per tentativo di omicidio. Da parte sua invece Champi, il guru 'tantrico' che ha consigliato il rito, è latitante ed è attivamente ricercato dalla polizia.

L'India ha uno dei più alti tassi di mortalità infantile femminile, mentre è ancora radicata nelle classi più arretrate l'idea che la nascita di una bambina sia ''una sventura'' per l'economia della famiglia.

Il governo cerca da tempo di mettere fine agli infanticidi femminili, al punto che negli ospedali di tutto il paese i sanitari non possono rivelare il sesso dei nascituri durante le ecografie.