Indonesia, accusati di gioco d’azzardo vengono frustati pubblicamente

di Caterina Galloni
Pubblicato il 23 Ottobre 2019 6:10 | Ultimo aggiornamento: 22 Ottobre 2019 18:35
Indonesia, accusati di gioco d'azzardo vengono frustati pubblicamente

Indonesia, accusati di gioco d’azzardo vengono frustati pubblicamente


ROMA – A Banda Aceh, Indonesia, due uomini accusati di gioco d’azzardo sono stati puniti pubblicamente con delle frustrate. Secondo la legge della Sharia chi commette dei reati, quali bere o vendere alcolici, avere rapporti se*suali al di fuori del matrimonio o una relazione omos*suale, viene punito sulla piazza con dei colpi eseguiti con una  canna di bambù.
 
Un uomo, che sembra avere poco più di cinquant’anni, si alza in piedi, le mani giunte con lo sguardo fisso davanti a sé, mentre un agente di polizia della Sharia lo colpisce con fermezza sulla schiena. Il secondo uomo, che sembra avere più o meno la stessa età, guarda a terra e viene colpito più volte da un poliziotto che indossa una tunica e un cappuccio, che impedisce di vedere il volto, entrambi di colore rosso scuro.
 
Tra il pubblico c’è chi osserva, alcuni scattano delle foto, girano dei video della pubblica punizione abbastanza comune nell’isola conservatrice di Sumatra. Nonostante le critiche negative internazionali, secondo la legge della Sharia il gioco d’azzardo, avere una relazione omose*suale, vendita e consumo di alcol e rapporti ses*uali al di fuori del matrimonio, sono dei reati.
 
Il codice penale islamico, che deriva dalle interpretazioni del Corano, il testo religioso dell’Islam, è ampiamente applicato nella regione di Aceh come principale codice legale e, in Indonesia, è l’unica a metterlo in atto.
 
Fonte: Daily Mail