Indonesia, assalto al supermercato dopo lo tsunami: polizia spara in aria

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 ottobre 2018 14:18 | Ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2018 14:18
Indonesia, assalti ai negozi dopo lo tsunami e il terremoto

Indonesia, assalto al supermercato dopo lo tsunami: polizia spara in aria (Foto archivio Ansa)

BANGKOK – Una folla ha tentato di assaltare un supermercato a Palu, la città colpita dal terremoto e dallo tsunami in Indonesia, ed è stata allontanata dalla polizia che ha sparato in aria. La situazione si fa sempre più tesa e delicata nel paese colpito dalla furia del terremoto prima e dello tsunami poi, provocando oltre 1200 morti.  

La folla si era riunita intorno al supermercato e ha lanciato pietre contro la polizia posta di guardia, che ha tentato di disperdere le persone sparando colpi in aria e lacrimogeni, come riportato da un giornalista della Bbc sul posto. Dopo le tensioni iniziali, gli agenti hanno permesso l’accesso.

Intanto il bilancio delle vittime continua a salire e si parla di 1234 vittime, mentre sono 799 le persone ferite gravemente. I corpi di 34 ragazzi sono stati estratti dalle macerie di una chiesa travolta da una valanga di fango sull’isola indonesiana di Sulawesi. Lo ha annunciato la Croce Rossa indonesiana, impegnata nelle ricerche di eventuali superstiti e ostacolata dallo spesso strato di fango che ricopre l’area, aggiungendo che altri 52 sono ancora dispersi. Nella chiesa di Jonooge a sud-est di Palu, erano riuniti decine di studenti di teologia per un seminario di studi biblici.