Interviene con taser per sventare rapina: accusato di possesso illegale di armi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Febbraio 2015 0:41 | Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2015 0:41
Interviene con taser per sventare rapina: accusato di possesso illegale di armi

Interviene con taser per sventare rapina: accusato di possesso illegale di armi

LA CROSSE (USA) – Interviene con il suo taser per sventare una rapina in un bar ma viene incriminato per possesso illegale di armi. E’ successo a La Crosse, Wisconsin (Usa). Jeff Steele era al pub King Korner’s quando una donna mascherata, Heidi Thompson, 24, è entrata e, minacciando clienti e dipendenti del bar con una pistola, ha chiesto di darle tutti i loro soldi.

A quel punto Steel, che abita nel quartiere e sa che è malfamato, ha estratto il proprio taser (pistola elettrica) e l’ha azionata contro la donna. Dopo la scossa Thompson è fuggita dal bar, ma è stata fermata dagli agenti poco più avanti ed ora è accusata di rapina a mano armata.

Non è stata però l’unica a finire nelle mani della polizia. Anche Steele è stato incriminato con l’accusa di avere un’arma elettronica non registrata. Come ha spiegato lui stesso, in Wisconsin è legale avere un’arma anche non registrata in casa propria, ma non la si può usare fuori dalle proprietà personali.

“Quando l’ho comprata su internet era scritto che era legale possederla in Wisconsin, e io non ho approfondito la cosa, desumendo che la si potesse portare in giro: altrimenti uno non la comprerebbe solo per lasciarla in casa, no?”.