Iran, molte compagnie aeree cancellano voli o cambiano le rotte: Air France, Lufthansa, Singapore Airlines…

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Gennaio 2020 12:51 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2020 12:51
Iran, molte compagnie aeree cancellano voli o cambiano le rotte: Air France, Lufthansa, Singapore Airlines...

Molte compagnie aeree hanno cancellato voli da e per Iran e Iraq (Ansa)

TEHERAN  –  Cancellati i voli da e per Iran e Iraq e deviati quelli che, nella loro rotta, passavano sopra lo spazio aereo di questi due Paesi: sono molte le compagnie aeree che hanno preso questa decisione in seguito all‘escalation tra Teheran e Washington. Una delle prime è stata la Singapore Airlines, una delle migliori compagnie al mondo, che ha deviato tutte le rotte per l’Europa per evitare lo spazio aereo di Teheran. Anche Air France e Lufthansa hanno sospeso tutti i voli sugli spazi aerei iraniano e iracheno, così come la Ukraine International Airlines (UIA), compagnia dell’aereo precipitato mercoledì mattina.

I vettori degli Emirati Arabi Uniti Emirates Airline e Flydubai hanno annunciato di aver cancellato i voli per Baghdad per “motivi operativi” dopo l’attacco iraniano alle basi americane in Iraq. Venerdì scorso era stata la Gulf Air del Bahrain a sospendere i voli da e per Baghdad e la città santa sciita di Najaf fino a nuovo avviso. La Kuwait Airways ha dichiarato nei giorni scorsi su Twitter che i suoi voli per Najaf, l’unica rotta che opera verso l’Iraq, erano stati sospesi per quattro settimane per motivi di “sicurezza”. 

Molte le compagnie asiatiche che hanno seguito l’esempio della Singapore Airlines: la Cathay Pacific ha deciso che la sua flotta sarà operativa lontano dagli spazi aerei dei due Paesi. Anche Malaysia Airlines farà altrettanto, così come la Korean Air Lines e la taiwanese China Airlines.

L’incidente aereo in Iran

Le autorità iraniane e ucraine hanno escluso che l’incidente aereo occorso la mattina di mercoledì 8 gennaio ad un aereo della Ukraine International Airlines precipitato poco dopo il decollo dall’aeroporto di Teheran sia stato causato da un attacco terroristico. L’incidente, ha detto un dirigente del ministero dei Trasporti iraniano, si sarebbe verificato a causa di un motore che ha preso fuoco. Respinte anche le voci di un attacco missilistico.

Sembra escluso anche l’errore umano: i vertici della Ukraine International Airlines hanno affermato che la probabilità di spiegare lo schianto dell’aereo Teheran-Kiev con un errore dell’equipaggio è “minima”. Lo hanno detto i rappresentanti della compagnia nel corso di un briefing. “L’aereo era in buone condizioni”, ha detto il presidente della compagnia Evgeny Dykhne, sottolineando che “era uno dei migliori” e che il velivolo è stato revisionato il 6 gennaio. I rappresentanti della compagnia aerea hanno escluso la possibilità di un errore del pilota.

Dalla compagnia aerea hanno fatto sapere che il Boeing 737-800 NG precipitato era stato fabbricato nel 2016 e l’ultimo manutenzione programmata era stata effettuata il 6 gennaio 2020. (Fonte: Ansa)