Iran, nucleare: ok di Teheran a nuovi siti di arricchimento

Pubblicato il 19 Aprile 2010 10:31 | Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2010 10:53

Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad ha approvato oggi nuovi numerosi siti per l’installazione di impianti per l’arricchimento di uranio. Lo scrive l’agenzia Ilna citando il consigliere del presidente Mojtaba Samareh Ashemi.

I siti sono in tutto dieci. “Il presidente ha approvato le location nei nuovi siti”, ha annunciato Mojtaba Samareh Hashemi, stretto consigliere del presidente iraniano.

Attualmente l’attività di arricchimento dell’uranio è svolta nel sito di Natanz, nella parte centrale del Paese. La costruzione di quelli nuovi era stata annunciata una prima volta a novembre e poi confermata a febbraio dal direttore dell’agenzia atomica iraniana Akbar Salehi. “La costruzione di questi siti comincerà quando (il presidente) darà l’ordine”, ha aggiunto Mojtaba Samareh Hashemi, senza fornire indicazioni sul numero e sulla localizzazione dei siti scelti.

Il ministro degli Esteri iraniano, Manouchehr Mottaki, ha spiegato che nei prossimi dieci giorni “una delegazione iraniana si recherà in Cina, Russia, Libano e Uganda per discutere del dossier nucleare”. L’Iran, ha detto il capo della diplomazia di Teheran, vuole discutere con i 15 membri del consiglio di sicurezza dell’Onu della questione dello scambio del suo uranio debolmente arricchito con combustibile arricchito al 20 per cento. I colloqui sarano diretti con tutti i membri a eccezione di uno, ha detto Mottaki, gli Stati Uniti. Con gli Usa infatti i negoziati saranno indiretti dal momento che Teheran e Washington non hanno relazioni diplomatiche.