Iran, nasce la polizia cibernetica per controllare Internet

Pubblicato il 23 Gennaio 2011 16:36 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2011 18:40

La polizia iraniana ha annunciato di avere avviato l’attività del suo primo nucleo di controllo di Internet con l’obiettivo di ”prevenire lo spionaggio e il sabotaggio” online. ”La polizia cibernetica è in grado di prevenire lo spionaggio e il sabotaggio attraverso gli strumenti della tecnologia informatica”, ha detto il generale Seyed Kamal Hadianfar, citato dall’agenzia Fars.

”Tenuto conto del crescente interesse per l’uso di Internet, le minacce e le opportunità offerte dalla tecnologia informatica devono essere trattate con maggiore attenzione di prima nel Paese”, ha aggiunto Hadianfar. Le informazioni e le immagini scambiate via Internet sono state tra le armi più efficaci usate nell’estate del 2009 dal movimento di protesta contro la rielezione alla presidenza di Mahmud Ahmadinejad. Le autorità hanno accusato l’opposizione di avere organizzato le più grandi manifestazioni di piazza nei 30 anni della Repubblica islamica con l’aiuto di potenze straniere e hanno affermato che gli Stati Uniti hanno fornito agli oppositori software per aggirare la pesante censura che ha colpito molti siti.