Iran/ Soldati americani potrebbero ritardare il loro ritiro dalle citta’ oltre la data del 30 giugno

Pubblicato il 29 aprile 2009 10:32 | Ultimo aggiornamento: 14 maggio 2009 11:07

L’incessante attività terroristica di al-Qaeda in due delle più problematiche citta’ iraniane, Mosul e Baqubah, potrebbe costringere le truppe americane a dilazionare il loro ritiro oltre la data del 30 giugno, a quanto riferisce The Times.

Il numero dei soldati Usa nelle due città, nel nord del Paese, potrebbe, se necessario, addirittura aumentare nel corso dei prossimi mesi, secondo quanto ha dichiarato il generale Ray Odierno, comandante in capo delle forze Usa in Iran. Una decisione in merito verrà presa dopo consultazioni con le autorità iraniane, ha precisato il generale.

Le truppe combattenti americane dovrebbero lasciare tutte le città iraniane entro la fine di giugno. Qualsiasi ritardo nel ritiro potrebbe arrecare imbarazzo al presidente Barack Obama, che si e’ impegnato a ritirare tutte le forze Usa dall’Iraq entro l’agosto del 2010 per rivolgere la sua attenzione alla sempre’ più difficile situazione in Afghanistan.