Cronaca Mondo

Iran-Usa, lo scienziato Amiri torna in Iran

Shahram Amiri

Ha lasciato gli Stati Uniti ed è diretto in Iran lo scienziato nucleare iraniano Shahram Amiri, che Teheran accusa gli Stati Uniti di avere rapito e che da lunedì sera si era rifugiato nella sezione di interessi iraniana presso l’ambasciata del Pakistan a Washington.

”Grazie agli sforzi compiuti dalla Repubblica islamica e alla cooperazione dell’ambasciata del Pakistan a Washington, Shahram Amiri ha da qualche minuto lasciato il territorio americano diretto in Iran via un paese terzo”, ha detto il portavoce del ministero iraniano degli Esteri, Ramin Mehmanparast, citato dall’agenzia Isna.

In un’intervista concessa alla televisione iraniana Press Tv poco prima della sua partenza da Washington, il fisico nucleare iraniano Shahram Amiri ha affermato che rivelerà le circostanze del suo ”rapimento” da parte di agenti Usa una volta giunto in Iran.

”La storia del mio rapimento è piena di dettagli (…) Quando sarò nel mio caro paese potrò parlarne alla stampa con spirito tranquillo e spiegare cosa ho affrontato negli ultimi 14 mesi”, ha detto Amiri. ”Una volta in Iran, chiarirò quanto affermato dei media stranieri e del governo americano, informazioni che hanno danneggiato la mia reputazione”, ha aggiunto.

To Top