Iran, video choc su dissanguato in strada, accuse alla polizia

Pubblicato il 8 Novembre 2010 10:31 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2010 13:17

Un'immagine dell'uomo a terra

Un giovane steso a terra che muore lentamente dissanguato. Un uomo che, dopo averlo accoltellato, continua a inveire contro di lui, prendendolo a calci. Il tutto per una durata di 20 minuti, a Teheran in pieno giorno. E’ il filmato-choc postato da un sito di notizie iraniano su un episodio che ha provocato una tempesta di polemiche contro la polizia. Secondo i testimoni, infatti, i soli due agenti accorsi sulla scena sono rimasti a lungo a guardare non sapendo come intervenire, perdendo cosi’ tempo prezioso che forse avrebbe potuto salvare la vita della vittima.

Le immagini sono state apparentemente riprese da un passante con il suo cellulare e poi fatte circolare su Internet, una procedura familiare ai manifestanti anti-governativi che parteciparono ai grandi raduni di protesta dell’estate 2009. Ma questa volta le ha rilanciate anche un importante sito di notizie conservatore, Tabnak, e i vertici della polizia hanno dovuto difendersi. Un’azione disciplinare, ha detto il capo della polizia di Teheran, Generale Hossein Sajedinia, è stata avviata contro i due agenti presenti. L’episodio di folle violenza è avvenuto giovedi’ scorso nel quartiere nord-occidentale di Saadatabad, sulla Piazza Kaj.

”Due uomini – ha spiegato all’agenzia Isna Sajedinia – hanno cominciato a litigare per motivi di soldi e di onore. Quando uno dei due ha accoltellato l’altro, i passanti hanno chiamato la polizia. I due agenti arrivati sul posto hanno sparato in aria, ma hanno impiegato 20 minuti ad arrestare l’omicida”. Nel filmato si vede la vittima a terra, in una pozza di sangue, accanto a una motocicletta, mentre l’aggressore si avvicina, lo colpisce a calci, gli grida insulti e poi si allontana per gettare pietre contro chi cerca di avvicinarsi.