Iraq. Stretto collaboratore di Baghdadi ucciso in raid usa

Pubblicato il 5 settembre 2014 9:44 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2014 9:44
Abu hajar al Sufi

Abu hajar al Sufi

USA, NEW YORK – Tre alti esponenti dello Stato Islamico (Isis), tra cui uno stretto collaboratore del ‘califfo’ Abu Bakr al Baghdadi, sono stati uccisi in un raid aereo delle forze Usa in Iraq, ha detto un alto funzionario della sicurezza irachena citato in forma anonima dalla Nbc News.

Secondo la fonte, nel raid, nella zona di Mosul, sono rimasti uccisi, oltre al collaboratore di al Baghdadi di nome Abu Hajar Al-Sufi, anche un esperto di esplosivi e il comandante militare dell’Isis della vicina Tal afar.

La notizia della morte del collaboratore di al Baghdadi e’ stata data anche da al Arabiya online, citando una fonte del ministero della difesa iracheno, secondo cui anche un altro esponente sarebbe stato ucciso nel raid, di cui pero’ non precisa la natura.

Un portavoce del Pentagono, colonnello Steven Warren, ha dal canto suo affermato di non poter confermare la morte dei tre esponenti dello Stato Islamico, ma ha detto che leader dell’Isis non stati presi di mira.

Tuttavia, riferisce la Nbc, ha aggiunto che se esponenti della leadership dell’Isis erano “tra formazioni di truppe molto probabilmente sono stati uccisi”. Sin dai primi di agosto, le forze Usa hanno compiuto in Iraq oltre 120 raid aerei, con cacciabombardieri e con droni.