Iraq. Amnesty, si suicidano donne yazide schiave dell’ Isis

Pubblicato il 23 Dicembre 2014 10:29 | Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2014 10:29
Donne yazide schiave dell' Isis

Donne yazide schiave dell’ Isis

GB, LONDRA – Alcune donne yazide ridotte in stato di schiavitù e abusate dai jihadisti dell’Isis hanno preferito suicidarsi piuttosto che sopportarne le violenze. Lo ha riferito Amnesty International in una nota.

Gli yazidi sono stati vittime di varie razzie dei jihadisti dell’Isis che si sono impadroniti di ampi terrotori nel nord dell’Iraq, tra cui, nell’agosto scorso, la regione di Sinjar, popolata da questa minoranza curdofona considerata eretica dal gruppo estremista sunnita.

Le uccisioni, le torture, gli stupri e i rapimenti commessi dai Jihadisti sugli yazidi avrebbero tutte le caratteristiche, secondo Amnesty International, di una pulizia etnica.