Iraq/ Attentati senza tregua, 41 morti e decine di feriti

Pubblicato il 9 Luglio 2009 8:05 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2009 10:06

Neppure il ritiro delle forze armate americane ferma il  sangue in Iraq.  Ancora vittime in una serie di attentati avvenuti a Tal Afar, nel nord del Paese e a Sadr City, lo sterminato sobborgo sciita di Baghdad. Almeno 41 persone sono morte e un’altra sessantina sono rimaste ferite in un doppio attentato-kamikaze a Tal Afar, 420 chilometri a nord di Baghdad.

La tecnica dei due attentati, avvenuti a poca distanza l’una dall’altra, è quella ormai nota: un primo kamikaze ha azionato la carica del giubbotto imbottito che indossava; quando è accorsa la gente a portare soccorso, un altro kamikaze si è fatto esplodere. Tra le vittime, secondo fonti ospedaliere, ci sono molte donne e bambini.

Poco prima a Baghdad, in un mercato di Sadr City, una duplice esplosione aveva causato la morte di 7 persone e il ferimento di una ventina. Secondo la polizia, entrambe le bombe erano state nascoste sotto mucchi di immondizia.