Isis, “animali infetti per diffondere la peste”. Documenti in un pc

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Settembre 2014 15:30 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2014 15:30
isis peste bubbonica

Il computer del jihadista

ROMA – Foreign Policy pubblica dei documenti che spiegano come diffondere la peste bubbonica attraverso gli animali. E’ la scoperta dell’autorevole rivista di politica estera statunitense, che afferma di aver potuto analizzare il contenuto di un computer di proprietà di un jihadista di Isis.

Il computer sarebbe stato abbandonato e alla fine giunto a dei giornalisti. I file erano protetti da password e criptati, solo dopo diverse analisi è stato possibile analizzarne il contenuto.

Tra i file criptati i giornalisti affermano di aver individuato 146 gigabyte di materiali, oltre 35 mila file e oltre 2.300 cartelle. I documenti sono in inglese, arabo e francese e contengono di tutto.

Il proprietario del pc e autore dei file è un tunisino arruolato in Siria tra le fila di Isis dal nome Muhammed S. Il giovane è uno studente in chimica e fisica che avrebbe cercato un modo per diffondere la malattia attraverso il contagio animale. I file contengono anche i costi del contagio e soprattutto indicano come farlo avvenire senza contrarre il virus.