Isis: braccio destro al-Baghdadi ucciso da raid Usa in Iraq

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 Ottobre 2015 21:47 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2015 21:47
Isis: braccio destro al-Baghdadi ucciso da raid Usa in Iraq

Isis: braccio destro al-Baghdadi ucciso da raid Usa in Iraq

BEIRUT – Il braccio destro di al-Baghdadi è stato ucciso lo scorso agosto in un raid americano in Iraq. Lo ha confermato il portavoce dello Stato Islamico Abu Mohammad al-Adnani in un audio diffuso in rete dai jihadisti e ripreso su Twitter dalla direttrice del Site, Rita Katz. Nello stesso audio al-Adnani ha poi lanciato un nuovo proclama contro l’America: “Verrà distrutta e assaporerà la tragedia”.

Fadhil Ahmad al-Hayali, noto anche con il nome di battaglia di Abu Muslim al-Turkmani, era considerato il numero due del leader dell’Isis, Al Baghdadi, responsabile delle operazioni in Iraq e del coordinamento dello spostamento di armi, esplosivi, veicoli e persone fra Iraq e Siria.

Lo scorso 21 agosto la Casa Bianca aveva reso noto che al-Hayali, conosciuto come Haji Mutaz, era stato ucciso durante un attacco militare americano il 18 agosto mentre era a bordo di un’auto vicino Mosul. Nello stesso bombardamento era morto anche il responsabile della propaganda dell’Isis, Abu Abdullah.

Mutaz era stato uno degli ufficiali di Saddam Hussein, come molti suoi “fratelli”. Secondo l’intelligence Usa era stato detenuto, come Al Baghdadi, a Camp Bucca, prigione americana in Iraq. Da novembre 2014 era il governatore dei territori iracheni del Califfato.

Nel messaggio audio, al-Adnani afferma: “L’America gioisce per l’uccisione di Abu Mutaz al-Qurashi e la considera una grande vittoria. Io non lo voglio piangere, la sua unica volontà era di morire in nome di Allah”.