Isis dichiara guerra a Twitter: “Uccidete fondatore e dipendenti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Marzo 2015 8:00 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2015 8:00
Isis minaccia Twitter: "Uccidete fondatore e dipendenti"

Isis minaccia Twitter: “Uccidete fondatore e dipendenti”

ROMA – L’Isis dichiara guerra a Twitter: “Morte a fondatore e dipendenti”. Secondo quanto riporta il sito d’informazione Buzzfeed, un appello ad uccidere i dipendenti ed il fondatore del social network Jack Dorsey è comparso sul web. “La vostra guerra virtuale contro di noi causerà una guerra reale contro di voi”, si legge in un testo in arabo pubblicato da presunti fiancheggiatori dell’autoproclamato Stato islamico e corredato da un’immagine di Dorsey al centro di un mirino.

“Avete iniziato questa guerra fallimentare – prosegue il messaggio -. Vi avevamo detto dall’inizio che non è la vostra guerra, ma non lo avete capito e avete continuato a chiudere i nostri account su Twitter, ma come vedete noi torniamo sempre. Ma quando i nostri leoni (uomini coraggiosi) verranno a togliervi il respiro, allora voi non resusciterete. A tutti i jihadisti individuali nel mondo – è l’appello contenuto nel testo -: colpite Twitter e i suoi interessi in ogni luogo, persona ed edificio, e non lasciate sopravvivere nessun ateo”.

Il post prosegue: “Hey Jack (Dorsey) come proteggerai i tuoi dipendenti quando i loro colli (minaccia di decapitazione come ha fatto il famigerato boia originario del kuwait ma cresciuto a Londra, Jihadi John, al secoldo Mohamed Emwazi, con gli ostaggi occidentali) diventeranno un obiettivo ufficiale per i soldati del califfato…cosa dirai alle loro famiglie?”.