Isis. Il grande iman del Cairo, ”I terroristi andrebbero crocifissi”

Pubblicato il 4 Febbraio 2015 15:21 | Ultimo aggiornamento: 4 Febbraio 2015 15:21
Il grande iman Ahmed al Tayyeb

Il grande iman Ahmed al Tayyeb

EGITTO, IL CAIRO – Il grande imam di Al Azhar del Cairo, responsabile di uno dei principali centri d’insegnamento religioso dell’Islam, ha detto che i terroristi dell’Isis andrebbero “crocifissi” dopo avergli tagliato mani e piedi.

Il grande Imam, Ahmed Al Tayyeb, in un comunicato dell’Università di Al Azhar, nel riferirsi al pilota giordano arso vivo ha espresso la sua ”profonda indignazione di questa azione terrorista ignobile che esige la sanzione indicata dal Corano per questi tiranni che corrompono e che fanno la guerra ad Allah e il suo messaggero”.

Devono essere uccisi, crocefissi e bisogna tagliare loro le mani e i piedi , ha aggiunto l’imam riferendosi alla punizione coranica del taglio incrociato della mano destra e del piede sinistro.

L’imam fra l’altro ha definito l’Isis un'”organizzazione terrorista satanica” e ha affermato che l’uccisione del pilota giordano “è un’azione maligna” respinta da tutte le religioni.

Al Tayyeb inoltre ha fatto appello “alla comunità internazionale a lottare contro questa organizzazione terroristica che perpetra queste azioni selvagge e barbare che non soddisfano nè Allah nè il suo messaggero”, Maometto. L’Imam ha espresso le proprie condoglianze al re Abdallah di Giordania e al popolo giordano per il martirio del pilota.