Isis in Siria porta leishmaniosi, malattia divora-carne

di redazione Blitz
Pubblicato il 4 Dicembre 2015 16:11 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2015 16:11
Isis in Siria porta leishmaniosi, malattia divora-carne

(Foto da Twitter)

DAMASCO – L’ultima arma che deturpa i volti e i corpi dei siriani si chiama leishmaniosi: è una malattia parassitaria causata dall’infezione dei parassiti Leishmania, che si diffondono con il morso dei pappataci infetti e provocano ulcere alla pelle, che viene come divorata da questi parassiti.

La leishmaniosi si sta diffondendo in Siria a causa dei cadaveri abbandonati per le strade dallIsis, dicono gli abitanti. Oltre 500 persone sono state colpite da questa malattia negli ultimi dodici mesi, ma si teme che il numero sia cresciuto drammaticamente.

Dilqash Isa, capo della Mezzaluna rossa curda, ha puntato il dito contro i terroristi del cosiddetto Isis, che “ammazzano persone innocenti e abbandonano i loro corpi nelle strade”. “Non abbiamo mai conosciuto una malattia simile prima, ha detto alle agenzie un combattente curdo-siriano. Abbiamo combattuto nei campi di battaglia per quasi quattro anni e questa malattia si è diffusa a partire dalle zone di battaglia di Tal Hamis, Hon e Qosa”.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il sistema sanitario siriano è ormai al collasso dopo cinque anni di guerra: sono tredici milioni le persone che avrebbero bisogno di assistenza sanitaria. Un ospedale su due è stato danneggiato dai bombardamenti ed è stato in parte o del tutto distrutto. Nel Paese aumentano i casi di trami, malattie mentali, problematiche legate alla fertilità e altre patologie. Tutto questo in Siria. Mentre nel vicino Iraq, altro Paese nella morsa del Daesh, è scoppiata un’epidemia di colera. Ed è di oggi la notizia di sedici fosse comuni di vittime dell’Isis nella regione irachena del Sinjar.