Isis. Intensi raid coalizione su Raqqa, roccaforte del Califfato

Pubblicato il 5 luglio 2015 18:51 | Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2015 18:53
Bombardamenti a Raqqa

Bombardamenti a Raqqa

LIBANO, BEIRUT –  Intensi raid aerei della Coalizione a guida Usa hanno colpito la roccaforte dell’Isis a Raqqa, in Siria, sorta di “capitale” del Califfato, uccidendo almeno una decina di jihadisti e ferendone decine, creando terrore nella popolazione e distruggendo “importanti strutture” e anche vie di transito e collegamento fra Iraq e Siria.

In un comunicato, il comando della Coalizione scrive che i raid aerei nel giro di poche ore sono stati 16 – l’operazione più intensa condotta finora dagli alleati in Siria – che hanno provocato potenti esplosioni. “Gli importanti bombardamenti aerei sono stati compiuti per togliere a Daesh (l’acronimo arabo di Isis) la capacità di muovere le sue forze fra Siria e Iraq”, aggiungendo che l’effetto sui jihadisti sarà un forte handicap logistico.

Secondo l’agenzia Sana, i danni sono ingenti e comprendono una centrale elettrica alla periferia di Raqqa. L’Isis sui suoi spazi web ha confermato gli attacchi, parlando di 10 persone morte, ma ha mostrato foto di presunte vittime, fra le quali si vedono dei bambini in abiti civili.