Isis. Italiani della ”Erbil” hanno contribuito ad addestrare 1.200 peshmerga

Pubblicato il 17 luglio 2015 14:35 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2015 14:35
Combattenti peshmerga

Combattenti peshmerga

ROMA – Gli istruttori militari italiani della Task Force ‘Erbil’, che operano nell’ambito del Comando Multinazionale Kurdish Training Coordination Center (Ktcc), hanno concluso un ciclo di attività addestrative dalla durata complessiva di 20 giorni in favore dei peshmerga.

Il Ktcc, attualmente posto sotto la guida italiana, vede impegnati inglesi, tedeschi, olandesi e norvegesi, che hanno portato a termine la formazione di 2 Battaglioni peshmerga, dislocati in diverse aree addestrative.

L’attività di formazione si è conclusa con esercitazioni che hanno certificato l’acquisizione della piena capacità operativa sia all’attività di pianificazione del livello di Comando di Battaglione sia alla condotta di operazioni militari in diversi ambienti operativi.

E’ già in programmazione un nuovo ciclo addestrativo che dovrebbe avviarsi alla fine di luglio. Il Kurdish Training Coordination Center, composto al momento da circa 500 uomini e donne appartenenti a 5 Nazioni, ha addestrato a partire dallo scorso gennaio circa 2500 unità delle forze di sicurezza Curde.

Gli istruttori italiani hanno contribuito all’addestramento di 1.200 peshmerga, per quanto riguarda l’addestramento di base di fanteria, l’impiego del sistema d’arma controcarro Folgore, le procedure contro ordigni esplosivi improvvisati e l’addestramento al tiro con le armi portatili, con le artiglierie ed i mortai.