Isis, la polizia australiana: “Vogliono colpire con le armi chimiche”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 settembre 2017 7:07 | Ultimo aggiornamento: 21 settembre 2017 14:35
Isis, la polizia australiana: "Vogliono colpire con le armi chimiche"

Isis, la polizia australiana: “Vogliono colpire con le armi chimiche”

SYDNEY – Si fa sempre più forte il rischio di un attacco chimico da parte dll’Isis. A dichiararlo sono le autorità australiane: “È evidente che le persone sospettate dell’attentato – ha informato la polizia federale in riferimento a una presunta pianificazione di un attacco chimico che si è verificata a Sidney lo scorso luglio –  fossero in grado di seguire il procedimento e produrre un dispositivo in grado di rilasciare idrogeno solforato”.

L’allarme è stato diffuso dall’Australia al resto del mondo e l’Italia, dopo il G7 di Taormina, e l’Inghilterra hanno preso in considerazione il pericolo: “I terroristi non hanno certo obiezioni morali a usare armi chimiche contro la popolazione e se potessero lo farebbero in questo Paese –  così ha dichiarato al Sunday Times il ministro della Sicurezza inglese, Ben Wallace – L’Isis ha la capacità di produrre da solo gas mostarda, come già dimostrato in Medio Oriente, mentre Al Qaida sta tornando a essere una minaccia sempre più credibile. Le autorità marocchine, a febbraio dello scorso anno,hanno scoperto e disattivato una cellula in possesso di sostanze chimiche e biologiche tossiche utili a creare degli esplosivi artigianali o capaci di diventare una tossina mortale”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other