Kamikaze Isis in Libia, assalto ad hotel occidentale. Diversi stranieri uccisi VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Gennaio 2015 11:54 | Ultimo aggiornamento: 27 Gennaio 2015 17:17
Isis in Libia, assalto a un hotel di Tripoli: 3 morti. Presi ostaggi

L’Hotel Corinthia di Tripoli

TRIPOLI (LIBIA) – Kamikaze Isis in Libia, assalto ad hotel occidentale a Tripoli: morti diversi stranieri. Martedì mattina alcuni terroristi hanno fatto esplodere un’autobomba davanti all’albergo Corinthia, di proprietà maltese e frequentato soprattutto da europei e americani. Nell’esplosione sono morte tre guardie di sicurezza. Poi i terroristi sono entrati nell’albergo e si sono asserragliati ad un piano superiore, portando con sé alcuni ostaggi. Poco dopo li hanno uccisi e si sono fatti esplodere.

In un comunicato, l’Isis ha rivendicato l’attacco per la morte il 3 gennaio di Al Libi, tra i leader di al Qaeda e mente degli attentati alle ambasciate americane in Africa negli anni ’90. Un tweet diffuso da un gruppo affiliato all’Isis dice che l’attacco aveva come obiettivo ‘diplomatici straneri‘.

Nello specifico l’obiettivo dei terroristi era il premier del governo parallelo libico auto proclamatosi, Omar al Hassi, scampato all’agguato dopo essere stato evacuato dal retro. Lo dicono fonti maltesi secondo cui gli assalitori potrebbero essere legati al governo di Tobruk, quello riconosciuto dalla comunità internazionale. Tra le vittime dell’attacco c’è anche un cittadino americano, riferisce via Twitter la Nbc News. Secondo un bilancio ancora provvisorio riferito da fonti libiche, nell’attacco al lussuoso hotel sono stati uccisi cinque stranieri e tre guardie della sicurezza.

 

I video dell’esplosione: