Isis. Madre ostaggio Goto ad Abe, ‘Salvi mio figlio’, chiesto aiuto Giordania

Pubblicato il 28 Gennaio 2015 9:21 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2015 9:21
Kenji Goto

Kenji Goto

GIAPPONE, TOKYO – “Per favore salvi la vita di Kenji”. Junko Ishido, madre del reporter giapponese Kenji Goto, ostaggio dei militanti islamici, ha incontrato i media in uno dei palazzi della Dieta, per un appello disperato al premier Shinzo Abe.

“Egregio primo ministro – si legge nella lettera – nell’imminente scadenza dell’ultimatum dei rapitori per lo scambio di Goto con la terrorista Sajida al-Rishawi – la prego di fare il possibile e col massimo sforzo nel negoziato con il governo giordano. Il tempo residuo è minimo. Per favore, faccia tutto il possibile”.

Il governo giapponese ha intanto chiesto “la collaborazione alla Giordania in un momento estremamente grave per il rilascio di Kenji Goto e questa politica non cambia”. Lo ha detto il portavoce Yoshihide Suga, sull’ultimatum di 24 ore dei militanti dell’Isis per la liberazione del reporter, aggiungendo che il piano è noto alla task force di Tokyo presente ad Amman.

Funzionari dei due Paesi hanno stretto i colloqui su come ottenere la liberazione di Goto e del pilota giordano Muath al-Kaseasbeh, nelle mani degli estremisti islamici.