Isis. A Mosul chiesa cristiana trasformata in ”moschea dei mujaheddin”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 giugno 2015 12:11 | Ultimo aggiornamento: 9 giugno 2015 12:17
Isis. A Mosul chiesa cristiana trasformata in ''moschea dei mujaheddin''

La chiesa durante la trasformazione in moschea 

ROMA – A un anno dalla conquista di Mosul, in Iraq, avvenuta tra il 9 e il 10 giugno del 2014, l’Isis ha annunciato l’imminente apertura della “moschea dei mujaheddin“, ricavata dalla trasformazione della ex chiesa dedicata a Sant’Efrem, uno dei luoghi cristiani più grandi della città. Lo riferisce l’agenzia Fides citando fonti locali.

Lo scorso novembre, la Fides riferiva che la chiesa siro-ortodossa era stata “svuotata dei suoi arredi interni” con “i banchi e altre suppellettili messi in vendita nell’area antistante il luogo sacro.

Subito dopo la conquista della città, poi proclamata ‘capitale’ dello Stato islamico, i miliziani avevano scelto la chiesa di Sant’Efrem come sede del Consiglio di stato. “La croce che svettava sulla cupola era stata divelta”, riferiva ancora la Fides.

5 x 1000