Isis, mucche kamikaze per fare gli attentati in Iraq

di Caterina Galloni
Pubblicato il 10 Settembre 2019 6:30 | Ultimo aggiornamento: 9 Settembre 2019 19:37
Isis

Guerriglieri Isis (Foto Ansa)

ROMA – Le mucche kamikaze sono l’ultima trovata dell’Isis per fare attentati. Ai bovini vengono messe delle cinture esplosive e poi le mucche vengono spinte verso i posti di blocco presidiate dalle forze governative, dove quindi saltano in aria.

I residenti di Al Islah, in Iraq, hanno avvistato due mucche con le cinture esplosive nella parte settentrionale del villaggio, secondo quanto riferito dal comandante della polizia Ghalib Al-Atyia nella provincia di Diyala. Quando una delle mucche era nei pressi delle abitazioni, i militanti hanno fatto esplodere la bomba da remoto: il bovino è morto e le case sono state danneggiate.

Secondo quanto riferito al New York Times da Ghalib Al-Atyia, non ci sono stati feriti tra i resident. Il non convenzionale attacco segnala che l’Isis stia ricorrendo ad altri metodi poiché i terroristi non sono più in grado di convincere i giovani a immolarsi per la causa islamista.

Nella regione, le mucche possono costare anche 1.200 dollari ciascuna, sono apprezzate per la carne e il latte. Ma l’utilizzo di animali per trasportare bombe non è nuovo: nella guerra civile in Iraq, tra il 2003 e il 2009, Al Qaeda aveva piazzato bombe sotto il bestiame morto che nel momento in cui veniva spostato esplodeva e provocava vittime tra i residenti.  Nel 2013 in Afghanistan i talebani avevano usato degli asini kamikaze per uccidere i soldati di tre truppe della NATO.

Fonte: Daily Mail