Isis, Obama ottimista: “Li battiamo”. Ban Ki-Moon invece…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Settembre 2015 19:53 | Ultimo aggiornamento: 29 Settembre 2015 19:54
Isis, Obama ottimista: "Li battiamo". Ban Ki-Moon invece...

Isis, Obama ottimista: “Li battiamo”. Ban Ki-Moon invece… (foto Ansa)

NEW YORK – L’Isis è circondato, “lo sconfiggeremo presto”, non ha scampo. Barack Obama sprizza ottimismo da tutti i pori al summit sul terrorismo all’Onu. Ma il segretario generale, Ban Ki-Moon, smorza il suo entusiasmo: “I foreign fighters sono in aumento del 70%” e “vengono da oltre 100 paesi”. E stavano parlando allo stesso evento…

Questo ha detto Obama: “Sono ottimista. In Iraq e Siria l’Isis è circondato da forze che vogliono distruggerlo e abbiamo visto che può essere sconfitto sul campo di battaglia”.

Obama ha però messo in guardia dal fatto che “se anche la leadership dello Stato islamico viene spazzata via, ci sarà ancora molto lavoro da fare”, perchè la lotta all’Isis “non è solo una campagna militare, ma una situazione molto complessa”, in cui un ruolo determinante deve averlo soprattutto la lotta alla propaganda, a partire da quella online. “Si tratta di un lavoro molto duro – ha proseguito il presidente americano – che non si risolve dall’oggi al domani”.

Questo ha detto Ban Ki-Moon: “La minaccia posta da gruppi estremisti come l’Isis sta crescendo, i dati dell’Onu mostrano un aumento del 70% dei cosiddetti foreign fighter da oltre cento Paesi verso le regioni di conflitto”. “Questa minaccia alla sicurezza internazionale richiede una risposta unitaria”, ha aggiunto Ban. “I social media sono essenziali nel combattere le sirene ammaliatrici dell’Isis che offrono avventure, ma portano solo miseria”. “Il nostro obiettivo deve andare al di là del contrasto all’estremismo violento – ha aggiunto Ban – bisogna prevenirlo” nei Paesi di origine.