“Isis può diventare minaccia nucleare”: allerta Gb. In Siria decapitate 3 donne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 settembre 2014 19:05 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2014 19:08
"Isis può diventare minaccia nucleare": allerta Gb. In Siria decapitate 3 donne

La bandiera dell’Isis (Foto Lapresse)

LONDRA – “L‘Isis può diventare una minaccia nucleare”: l’allarme arriva da Londra. Il ministro degli Interni Theresa May è lapidaria: “Se non verrà fermato, lo Stato Islamico potrebbe diventare uno Stato terroristico e costituire anche una minaccia nucleare, perché potrebbe dotarsi di armi chimiche, biologiche e nucleari”. L’avvertimento arriva nel giorno in cui i combattenti jihadisti hanno fatto quattro nuove vittime, decapitate. Si tratta di quattro curdi, tra cui tre donne, fatti prigionieri durante i combattimenti vicino alla città siriana di Kobane. Le loro teste sono state esposte nella città di Jarablus.

Per contrastare l’avanzata dell’Isis il Regno Unito ha deciso di rendere illegali associazioni, gruppi e organizzazioni ritenute pericolose. E non esclude il conferimento di poteri supplementari alla polizia. A rischio anche interventi televisivi, discorsi pubblici e commenti sui social network. E ovviamente questa possibilità fa discutere per il possibile rischio per la libertà di espressione e libertà civili.

Londra si è da poco unita agli Stati Uniti nei raid sulla Siria e sull’Iraq. Un’operazione a cui Washington ha destinato circa 800 milioni di dollari. Intanto le intelligence occidentali hanno identificato i boia dell’ostaggio francese Harvé Pierre Gourdel.