Isis. Servizi turchi, le tre ragazzine britanniche sono arrivate in Siria

Pubblicato il 22 Febbraio 2015 20:08 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2015 20:08
Foreign fighters donne con l'Isis in Siria

Foreign fighters donne con l’Isis in Siria

GB, LONDRA – Le tre ragazzine britanniche che sono scappate martedi da Londra per unirsi all’Isis avrebbero attraversato il confine con la Turchia venerdi in auto. Lo riferiscono fonti dell’intelligence turca citate dal Daily Telegraph.

Shamima Begum, 15 anni, Kadiza Sultana, 16, e Amira Abase, 15, avrebbero incontrato ad Istanbul un membro dell”Isis “che si occupa di aiutare gli stranieri ad unirsi ai jihadisti”. Poi in macchina con “un siriano”, avrebbero raggiunto la città di Tal Abyad, oltre il confine turco, occupata dai jihadisti

I servizi di intelligence turchi, in coordinamento con la polizia locale e gli 007 britannici, hanno cercato di rintracciare le tre ragazze in Turchia ma, rivelano, le fonti, la ”presenza di una rete dell’Isis a Istanbul rende le operazioni più difficili”.

E’ probabile che rappresentanti dei jihadisti in Turchia le abbiano aiutate a nascondersi fino al momento opportuno per attraversare il confine con la Siria. Ora, temono i servizi turchi, le tre ragazze potrebbero trovarsi nelle mani di un ”contrabbandiere” altrimenti sarebbe stato impossibile per loro spostarsi liberamente.