Isis, “terroristi 2 rifugiati su 100”. Con documenti siriani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Settembre 2015 12:44 | Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2015 12:44
Isis, "terroristi 2 rifugiati su 100". Con documenti siriani

Il passaporto falso del cronista del Daily Mail

LONDRA – Passaporto, patente e carta d’identità siriani (falsi) per tremila euro: così si può ottenere asilo nei Paesi dell’Unione europea, nascondendosi tra i migranti, e portare il terrore con attentati targati Isis. La denuncia arriva dal Daily Mail, quotidiano britannico conservatore e forse, in certi casi, voce dei servizi segreti britannici. Ma è avvalorata dalle parole del ministro dell’educazione del Libano, Elias Bousaab, che ha parlato di questo pericolo in un incontro con il premier britannico David Cameron dando una stima agghiacciante: due rifugiati su cento sono terroristi o fanatici pro-Isis. Un giornalista del Daily Mail ha provato di persona a farsi vendere dai falsari i falsi documenti siriani e ha parlato con uno di loro, che conferma questa tesi.

Basta andare in Turchia, nei paesi al confine con la Siria, per comprare tutti i documenti necessari: spesso sono quelli trafugati dai guerriglieri islamici che combattono contro il regime di Bashar al Assad. All’acquirente con i documenti viene data la nuova identità di un uomo, una donna, un ragazzo o un bambino morto nel conflitto siriano. Qualcuno che è esistito e di cui nessuno o quasi conosce la morte.

Dopo il caso del piccolo Aylan, il bimbo curdo-siriano morto durante la traversata verso la Grecia e immortalato senza vita sulla spiaggia turca di Bodrum, l’opinione pubblica e politica europea si è mobilitata a favore dell’accoglienza dei siriani. Così adesso, ha spiegato il falsario al Daily Mail, anche iracheni, palestinesi, algerini, egiziani e marocchini vogliono “essere” siriani. Ma molti di loro, sostiene il Daily Mail, sono dei terroristi.