Isis uccide due giornalisti in Libia: “Loro tv ha offeso Islam”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Gennaio 2015 20:03 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2015 20:06
Isis uccide due giornalisti in Libia: "Loro tv ha offeso Islam"

Sofiene Chourabi e Nadhir Ktari

TRIPOLI – Mentre i terroristi islamici fanno strage a Parigi, quelli dello Stato Islamico in Maghreb continuano ad ammazzare giornalisti. Giovedì 8 gennaio due cronisti tunisini, Sofiene Chourabi e Nadhir Ktari, sono stati “giustiziati” in Libia da un gruppo affiliato all’Isis. I due erano stati rapiti nel settembre scorso.

L’esecuzione è stata compiuta a Barqah, a sud di Bengasi, affermano i jihadisti che pubblicano alcune foto dei due reporter. Nell’area è forte la presenza dei miliziani affiliati ad Abu Bakr al Baghdadi, al centro di una battaglia senza quartiere contro le forze filo-governative libiche.

Secondo quanto scritto nel comunicato di rivendicazione, i due giornalisti lavoravano per una tv “che ha offeso l’Islam“.