Indonesia, contrordine in moschea: “Giratevi, Allah è dall’altra parte”

Pubblicato il 19 luglio 2010 17:33 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2010 17:56

Se la bussola soffre il caldo, anche le preghiere dei musulmani vanno in tilt. La storia è presto detta: gli indonesiani sbagliavano direzione per rivolgersi ad Allah, insomma niente la Mecca nella loro rotta immaginaria verso il Profeta. Così è toccato alla massima autorità religiosa del Paese dare le nuove indicazioni ai fedeli: “D’ora in poi, giratevi dall’altra parte”.

Lo scorso marzo il Consiglio indonesiano degli Ulema aveva stabilito che per pregare bisognava rivolgersi a ovest. Adesso però è stato scoperto che così si guarda all’Africa e non all’Arabia Saudita, dove invece l’Islam prescrive.

Prima c’è stata la rettifica e ora la fatwa: la preghiera va spostata, riorientata da ovest a nord-ovest. ”Dopo la prima fatwa di qualche mese fa in cui si stabiliva che la direzione giusta fosse ovest, abbiamo adesso stabilito che la direzione corretta è invece a nord-ovest e abbiamo quindi emanato una nuova fatwa per correggere quella precedente”, ha affermato Maruf Amin, tra i responsabili del Consiglio indonesiano degli Ulema.