Isole Galápagos, erutta il vulcano Sierra Negra: sgomberata l’isola Isabela

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 giugno 2018 20:00 | Ultimo aggiornamento: 27 giugno 2018 20:00
Isole-Galápagos

Isole Galápagos, erutta il vulcano Sierra Negra: evacuata l’isola Isabela

ROMA – L’Ecuador ha sgomberato ieri, 26 giugno, 50 abitanti dell’isola Isabela, nell’arcipelago delle Galápagos, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] e ha dichiarato un’allerta arancione per l’eruzione del vulcano Sierra Negra. Lo ha riferito la Segreteria di Comunicazione (Secom) del Paese, citata da media locali.

“Come misura preventiva, sono stati evacuati 50 abitanti della zona vicina al vulcano, che sono stati accolti da altre famiglie”, ha spiegato la Secom in un comunicato. Il vulcano dell’isola Isabela è entrato in un processo eruttivo la sera di martedì, fatto che ha spinto le autorità a limitare l’accesso alla zona del vulcano.

La Secom ecuadoriana ha specificato che “il Parco Nazionale Galápagos continua con le sue attività turistiche a eccezione dei settori vicini al vulcano Sierra Negra e all’ingresso della zona di El Cura”, si legge ancora nella nota emessa dalle autorità.

Il Sierra Negra è un vulcano alto 1.124 metri e si trova sull’isola più grande dell’arcipelago delle Galápagos. Il suo processo eruttivo è iniziato solo dieci giorni dalla segnalazione della fuoriuscita di flussi di lava dal vulcano La Cumbre, situato sulla disabitata isola Fernandina.