Israele: cadavere di suicida per mesi in un parcheggio

Pubblicato il 12 Febbraio 2012 15:09 | Ultimo aggiornamento: 12 Febbraio 2012 15:13

TEL AVIV, 12 FEB – In uno dei luoghi piu' affollati di Tel Aviv, il parcheggio del centro medico Ichilov, il cadavere di un suicida e' rimasto abbandonato per mesi all'interno della propria automobile senza che alcuno se ne avvedesse. L'allarme per la scomparsa di Avner Reuveni era stato lanciato dalla moglie il 19 giugno scorso dopo aver notato un biglietto in cui il marito le anticipava: ''Quando mi troverete, non saro' piu' in vita''. A quanto pare, versava in crisi depressiva per difficolta' economiche.

Parenti ed amici si erano quindi mobilitati per rintracciarlo, nella speranza di giungere in tempo per convincerlo a desistere. Ma le loro ricerche e quelle parallele della polizia si sono rivelate vane. Da allora la famiglia Reuveni ha vissuto mesi di angoscia e di incertezza, conclusisi solo venerdi' quando una dipendente del centro medico Ichilov ha notato la presenza di un corpo esanime nel parcheggio, all'interno di una Chevrolet. L'uomo giaceva disteso, dopo aver abbassato il sedile dell'autista.

In tutti questi mesi – scrive con stupore il quotidiano Yediot Ahronot – migliaia di persone hanno usufruito di quel parcheggio e nessuno sembra aver mai lanciato una occhiata all'interno dell' automobile del suicida. Ancora maggiori perplessita' riguardano il comportamento dei responsabili alla sicurezza che sembrano non aver notato la lunghissima presenza dell'automobile. Un portavoce della polizia ha replicato da parte sua alle critiche della famiglia assicurando che era stato fatto ''tutto il possibile'' per scoprire la sorte dell'uomo disperso.