Israele. Estremisti di destra contro gli omosessuali

Pubblicato il 13 Ottobre 2009 15:59 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2009 15:59

omosessuali_israeleGli estremisti di destra potrebbero minacciare gli omosessuali in Israele. A lanciare l’allarme è il quotidiano “Haaretz” che ricorda come in passato attivisti della estrema destra hanno pubblicato volantini contro “i sodomiti” ed insegnavano come produrre ordigni rudimentali per attaccarli.

Oltre due mesi fa un circolo omosessuale di Tel Aviv è stato attaccato da un uomo armato che ha ucciso due persone e si è dileguato. Quell’episodio non è stato rivendicato e continua ad essere investigato dalla polizia.

Ieri anche il quotidiano Maariv aveva sostenuto che le attività degli estremisti di destra destano apprensione nello Shin Bet, il servizio di sicurezza interno. Due coloni dell’insediamento di Yitzhar (Nablus) sono stati ieri espulsi per sei mesi dalla Cisgiordania perché ritenuti dall’esercito un pericolo costante per la sicurezza pubblica.

Haaretz aggiunge che nelle ultime settimane i servizi segreti hanno moltiplicato le loro attività di controllo della destra eversiva. Haaretz spiega che quegli elementi potrebbero risultare pericolosi non solo per i loro vicini palestinesi in Cisgiordania, ma anche per attivisti israeliani di sinistra.

Secondo il giornale, l’attenzione dello Shin Bet si concentra in questa fase sui ‘Giovani della colline’ – i gruppi di ‘disobbedienti’ di estrema destra coagulatisi in Cisgiordania dopo il ritiro israeliano da Gaza nel 2005 – e anche su alcune figure di “lunatici”, più adulti, che frequentano gli stessi ambienti.