Israele, ex soldatessa deride su Facebook i prigionieri palestinesi

Pubblicato il 17 agosto 2010 11:48 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2010 11:48

Polemiche in Israele per delle foto pubblicate su Facebook da un’ex soldatessa che sorride davanti a dei prigionieri palestinesi di Gaza, bendati e con le mani legate, arrestati mentre cercavano di entrare illegalmente in Israele. L’album delle foto pubblicate e poi rimosse dal noto social network, è titolato: “IDF-the best time of my life» (Idf-il periodo più bello della mia vita).

Le foto sono state poi rilanciate da diversi blog e siti web, fino ad arrivare sul tavolo dei vertici militari che hanno condannato il “grave e insensibile” comportamento.

Eden Abergil, che è in congedo dal 2009, si è difesa dicendo che non capisce cosa ci sia di male: “Ho scattato quelle foto senza cattive intenzioni, volevo testimoniare la mia esperienza militare. In fondo combattiamo per stanare i palestinesi, dunque dove sta il problema?”

Secondo Yishai Menuhin, direttore della Commissione pubblica contro le torture “queste fotografie  riflettono i comportamenti che di norma i soldati israeliani hanno nel trattare i detenuti palestinesi. La cultura delle Forze di Difesa israeliane non considera i palestinesi come esseri umani con dei loro diritti. Abergil ha umiliato in ogni senso questi prigionieri, ridendo della loro cattura e diffondendo su Internet le loro immagini di uomini umiliati.”