Israele. Iniziati lavori barriera su confini Giordania

Pubblicato il 7 Settembre 2015 8:57 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2015 8:57
La barriera israeliana tra Betlemme e Gerusalemme

La barriera israeliana tra Betlemme e Gerusalemme

ISRAELE, TEL AVIV – Israele ha iniziato lunedi i lavori di costruzione del primo tratto di 30 chilometri – fra Eilat (Mar Rosso) e Timna – di una barriera che correrà lungo il confine con la Giordania, per collegarsi in futuro alla barriera che già esiste sulle alture del Golan.

Lo ha riferito la radio militare. Il premier Benyamin Netanyahu ha precisato che Israele trova necessario circondarsi di barriere su tutti i suoi confini “per bloccare la marea di migranti e i gruppi terroristici”.

Il primo tratto della barriera fra Israele e Giordania costerà l’equivalente di 70 milioni di euro e sarà completato fra un anno. Il suo scopo immediato è di proteggere da attacchi terroristici l’aeroporto internazionale in fase di costruzione a Timna e la linea ferroviaria che lo collegherà alla località turistica di Eilat, sul mar Rosso.

Sabato Netanyahu ha precisato che intende in seguito completare la protezione dell’intero confine con la Giordania: un progetto che secondo la stampa richiederà 700 milioni di euro. La nuova barriera sarà simile a quella costruita negli anni passati lungo il confine con l’Egitto, che si è rivelata finora efficace a bloccare i fenomeni migratori e ad ostacolare le infiltrazioni di attentatori provenienti dal Sinai.