Israele attacca Gaza, quattro morti fra i palestinesi

Pubblicato il 9 Aprile 2011 11:47 | Ultimo aggiornamento: 9 Aprile 2011 11:48

Gaza (Striscia di Gaza) – Raid aerei israeliani e granate sparate dai carri armati hanno colpito oggi la Striscia di Gaza, facendo quattro morti. In tutto, sono 18 le persone uccise nella Striscia e oltre 65 i feriti, dopo la rappresaglia iniziata a causa di un razzo palestinese che ha centrato uno scuolabus nel sud del Paese ferendo due persone. Durante la notte tre militanti di Hamas sono stati uccisi da due missili che hanno colpito un veicolo vicino a Rafah, nel sud della Striscia.

Tra le vittime c’è anche un comandante dell’organizzazione, Tayser Abu Snima. Questa mattina poi, è arrivata la notizia di un uomo morto a Gaza a causa di un bombardamento di un tank. Le forze armate israeliane hanno confermato il primo attacco, non ancora il secondo, e hanno fatto sapere che dalla Palestina sono stati lanciati oggi oltre 15 missili arrivati vicino alle città di Ashdod, Ashkelon e Beersheba. Alcuni sono stati intercettati e distrutti dal sistema di difesa Iron Dome e non ci sono feriti.

Secondo il portavoce di Hamas Sami Abu Zuhri, gli attacchi del gruppo sono ancora “limitati e controllati”, ma i continui attacchi israeliani potrebbero costringere l’organizzazione ad aumentare la forza delle risposte. Israele, ha detto, sta cercando di rompere il controllo di Hamas a Gaza. “Il governo di occupazione è responsabile di questa escalation”, ha continuato parlando ai giornalisti a Gaza. “Vogliamo che sia chiaro – ha concluso – che non consentiremo loro di raggiungere gli obiettivi che hanno e devono sapere che non riusciranno a forzare i palestinesi ad arrendersi”.