Israele, bloccata la mostra provocatoria: donne kamikaze dipinte come Madonne rinascimentali

Pubblicato il 3 Settembre 2009 13:22 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2009 9:45

madonna-2Sette kamikaze palestinesi rappresentate adesso come Madonne rinascimentali che abbracciano Gesù Bambino: questa l’idea provocatoria di due pittrici israeliane, Galina Bleich e Lilia Check, che nella serata di giovedì avrebbero dovuto presentare al pubblico sette delle loro opere nel Beit Sokolov, il circolo stampa di Tel Aviv.

Come prevedibile, la loro iniziativa ha destato molte proteste di esponenti politici e di congiunti delle vittime degli attentati terroristici compiuti dalle giovani donne palestinesi. Proteste che hanno fatto sì che la mostra fosse bloccata.

Al quotidiano Yediot Ahronot la pittrice Lilia Check ha detto di essersi interrogata sulla metamorfosi di una donna “che dovrebbe essere l’incarnazione dell’amore e della maternità in uno strumento di odio”.

“Accanto ai quadri – ha aggiunto l’artista – sono esposte zolle di terra prelevate dai luoghi dove sono avvenuti gli attentati e sono ricordate le vittime. Vogliamo avvertire che l’attuale periodo di calma potrebbe essere solo transitorio”

Secondo Yediot Ahronot un deputato del Likud ne ha chiesto la chiusura ma il responsabile del circolo stampa ha prima replicato di essere tenuto a rispettare la libertà di espressione artistica, ma poi ha dovuto cedere bloccando la rappresentazione.

madonna