Jenix, gas d’Oc usato in Turchia: ecco come si usa (e che danni fa)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2013 11:29 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2013 12:40
Jenix, gas d'Oc usato in Turchia: ecco come si usa (e che danni fa)

Una tanica di gas della Jenix

ISTANBUL – Bombe d’acqua al peperoncino, sparate ad altezza d’uomo. Sostanze che provocano piaghe sulla pelle e agli occhi anche la cecità. Ad Ankara sono l’ultima arma della polizia turca contro i manifestanti. Si chiamano gas Oc (dal principio attivo oleoresincapsicum) e sono prodotti dall’azienda turca Jenix.

Ovviamente la composizione urticante è negata dalle autorità. Addirittura il prefetto di Istanbul, Avni Mutlu, ha dichiarato ufficialmente che nell’acqua  c’era solo una “soluzione medica innocua”.

Le taniche di questa sostanza sono state fotografate dagli attivisti italiani di Global Project. Taniche trasportate dalla polizia con il marchio della Jenix. 

La stessa azienda sostiene che tutti i suoi composti sono naturali. Dalla stessa natura, però, vengono veleni letali. Il liquido usato infatti è naturale: è ottenuto da piante del genere Capsicum, quello del peperoncino. La concentrazione è altissima, e fa diventare questi gas una sorta di arma chimica.

Lo stesso gas è usato in alcuni Stati, anche europei, come la Germania. La differenza la fa, però, soprattutto il modo in cui viene usato. Se vaporizzato non provoca danni eccessivi, ma se viene sparato direttamente ad altezza uomo può portare a danni permanenti alla vista, e ad ustioni gravi alle mucose come bocca e naso. E ad Istanbul la polizia avrebbe fatto proprio così.