Jho Low, dalle feste stile Gatsby al Picasso regalato a DiCaprio. Ma ora sono guai: è accusato di una frode da 4,5 miliardi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 ottobre 2018 6:22 | Ultimo aggiornamento: 12 ottobre 2018 17:43
Jho Low

Jho Low, dalle feste stile Gatsby al Picasso regalato a DiCaprio. Ma ora sono guai: è accusato di una frode da 4,5 miliardi

ROMA – Era il novembre del 2012 e decine di ospiti famosi erano arrivati a Las Vegas per festeggiare il 31° compleanno del miliardario Jho Low, ex studente dell’Harrow University, che ora è al centro di un’indagine di quella che può essere definita una delle più grandi truffe al mondo.

Secondo il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, il playboy, il cui nome completo è Low Taek Jho, sarebbe coinvolto nell’incredibile furto di almeno 4,5 miliardi di dollari da un gigantesco fondo di investimento governativo malese noto come 1 Malaysia Development Berhad, o 1MDB, avvenuto tra il 2009 e il 2015. La somma in questione lo renderebbe uno dei più grandi rapinatori finanziari di sempre.

Alla famosa festa di compleanno del 2012 gli ospiti erano accompagnati a bordo di una limousine, accolti in un vasto padiglione appositamente costruito dove c’era una ruota panoramica, una giostra, artisti circensi e una discoteca.

Era un contesto brillante per ospiti altrettanto brillanti: una lista che includeva attori e popstar, modelle, principi del medio Oriente e banchieri di Wall Street.

Da Hollywood erano arrivati Leonardo DiCaprio, Robert De Niro, Martin Scorsese, Bradley Cooper, Tobey Maguire e Jamie Foxx. Presenti anche il rapper Kanye West e la fidanzata Kim Kardashian, Paris Hilton e il nuotatore Michael Phelps, medaglia d’oro olimpica.

Alcune star del rap, come tante altre pagate profumatamente per partecipare, si erano esibite sul palco e un alticcio DiCaprio era balzato in piedi per unirsi allo spettacolo.

Da una gigantesca torta nuziale finta era poi uscita a sorpresa Britney Spears che aveva cantato Happy Birthday.

Una società di night club gli aveva regalato una Lamborghini rossa, mentre un altro ospite aveva fatto dono di tre costose moto Ducati.

Sven, il fratello di Low cresciuto a Cambridge, aveva superato tutti e regalato una Bugatti Veyron da 2,5 milioni di dollari, scrive il Daily Mail. 

La festa era andata avanti fino al pomeriggio del giorno dopo, Low giocò ingenti somme nel suo casinò preferito, e molti ospiti è probabile sapessero poco circa il loro ospite misterioso. 

La cosa più chiara era la sua incredibile ricchezza e che era  pronto a spendere in modo sconsiderato in un momento in cui le persone stavano stringendo la cinta dopo il crack finanziario.

Soprannominato “il Grande Gatsby asiatico”, Low era felice di comprare la compagnia di alcuni amici più famosi con regali multimilionari come dipinti e gioielli o semplicemente pagandoli in contanti.

Ma la domanda su dove Low abbia preso il denaro è diventata oggetto di intense indagini in tutto il mondo.

Oltre alla notevolissima cifra sottratta al fondo, a Singapore è stato accusato di riciclaggio di denaro e ricettazione.

La Malesia lo ha accusato di aver riciclato 450 milioni di dollari di fondi rubati tramite conti bancari a Singapore, nelle Isole Cayman, negli Stati Uniti e in Svizzera.

In America, dove Low si trova ad affrontare un’azione civile, il Dipartimento di Giustizia sostiene che abbia contribuito a sottrarre almeno 4,5 miliardi di dollari da 1MDB e sia entrato in possesso di 2 miliardi di dollari in beni immobiliari e preziosi presumibilmente acquistati con il denaro rubato.

I beni valgono centinaia di milioni di dollari in arte, gioielli e proprietà (incluse diverse ville a Londra). L’Indonesia ha collaborato per sequestrare il superyacht da 250 milioni di dollari mentre Singapore ha confiscato un jet privato da 35 milioni di dollari, su cui il playboy trascorreva gran parte del tempo.

In risposta al sequestro dello yacht, il legale di Low ha commentato che “il tutto è basato su affermazioni non supportate di azioni illecite”.

Nei giorni scorsi, l’ex primo ministro malese Najib Razak e la sua moglie Rosmah Mansor, soprannominata “Imelda Marcos della Malesia”, sono stati accusati di reati di corruzione relativi allo scandalo 1MDB.

La coppia proclama l’innocenza come d’altra parte lo stesso Low che ora si presume sia al sicuro in Cina, ben a distanza dall’Interpol. 

Nel frattempo, la festa è finita anche per i suoi amici famosi. Anche se da parte loro non ci sono stati illeciti è tuttavia un fatto imbarazzante e hanno dovuto restituire i regali di Low. DiCaprio l’anno scorso ha consegnato agli agenti USA quadri del valore di milioni di dollari di Picasso e Jean-Michel Basquiat, insieme alla statuetta Oscar vinta da Marlon Brando per “Fronte del Porto”, un altro dei regali che Low aveva pagato 600.000 dollari.

La modella australiana Miranda Kerr ha restituito gioielli in diamanti del valore di 8,1 milioni di dollari regalati da Low nel 2014, anno in cui si sarebbero addirittura fidanzati. 

Gli agenti non hanno potuto fare nulla, invece, per le 23 bottiglie di champagne Cristal che Low aveva mandato al tavolo di Lindsay Lohan in un elegante nightclub di Manhattan in occasione del ventitreesimo compleanno dell’attrice.