Jorge Juan Castro, il pastore accusato di aver stuprato 20 parrocchiane

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 settembre 2013 19:51 | Ultimo aggiornamento: 19 settembre 2013 19:51
Jorge Juan Castro, pastore accusato di 20 stupri

Jorge Juan Castro, pastore accusato di 20 stupri

NEW YORK, 19 SET – Almeno una ventina di donne, tutte della sua parrocchia, stuprate nell’arco di 10 anni. Donne scelte soprattutto tra quelle che difficilmente lo avrebbero denunciato, come le immigrate clandestine. Per questo, Jorge Juan Castro,  il pastore di una chiesa di Norwalk, alle porte di Los Angeles, in California, è stato arrestato.

Gli abusi – secondo l’ufficio dello sceriffo di Los Angeles – sono stati perpetrati per quasi dieci anni tra il 2004 ed il 2012, soprattutto su donne immigrate clandestine. Le vittime sarebbero quasi tutte di origine latina e molte di loro, essendo entrate negli Usa clandestinamente, avevano paura di denunciare i fatti.

L’uomo è Jorge Juan Castro, 53 anni: secondo lo sceriffo, aveva minacciato le donne di età compresa tra i 18 ed i 39 anni di denunciare il loro ‘status’ di clandestine se avessero fatto parola delle violenze. Ma le parrocchiane si sono confidate con una terza persona che ha allertato le autorità.