Kenya, dodicenne sbranato da un ippopotamo: sotto accusa il governo

Pubblicato il 5 Marzo 2012 11:59 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2012 12:03

NAIROBI – Un ragazzo di dodici anni è stato sbranato a morte da un ippopotamo nel villaggio di Rurie nel distretto di Ol Kalou, a nord di Nairobi. Il dodicenne era in compagnia del padre su un sentiero cespuglioso quando è stato attaccato da tre ippopotami che ritornavano verso la vicina diga di Kanguo dopo aver vagato nelle fattorie vicine.

Gli attivisti per i diritti umani hanno riferito ai media locali che la presenza degli ippopotami presso la diga ha provocato diverse vittime nella zona. Wahome Kamoche, uno dei leader delle organizzazioni umanitarie attive nell'area di Ol Kalou, ha accusato il Kenya Wildlife Service (Kws) di non essere riuscito a frenare l'irruenza degli animali selvatici che sono emigrati dal vicino lago di Olbolosat.

Mentre gli abitanti del distretto hanno concesso al Governo di Nairobi un ultimatum di sei mesi per recintare la zona ed evitare che gli animali possano provocare altre vittime.