Kevin Tsujihara nei guai per accuse di molestie: WarnerMedia indaga sulle denunce

di Caterina Galloni
Pubblicato il 8 marzo 2019 5:30 | Ultimo aggiornamento: 8 marzo 2019 2:25
Kevin Tsujihara accusato di molestie: WarnerMedia indaga

Kevin Tsujihara nei guai per accuse di molestie: WarnerMedia indaga sulle denunce

ROMA – WarnerMedia sta indagando sulle denunce di cattiva condotta sessuale nei confronti di Kevin Tsujihara, presidente e CEO della Warner Bros che avrebbe avuto una relazione con l’attrice britannica Charlotte Kirk promettendole numerosi ruoli in diversi film in cambio di rapporti sessuali. 

Hollywood Reporter mercoledì scorso ha pubblicato gli screenshot delle conversazioni tra Tsujihara e la Kirk, risalenti al 2013.  I messaggi indicherebbero una relazione sessuale quid pro quo, tra l’aspirante attrice e Tsujihara: il CEO promette che l’avrebbe presentata a dirigenti influenti e che sarebbe stata presa in considerazione per dei ruoli nei film e in televisione.  

n coinvolgimento durato tre anni, rivelato da Hollywood Reporter, che fa luce su un aspetto oscuro dell’industria dello spettacolo: da una parte ci sono giovani donne attraenti, ansiose di raggiungere la celebrità e dall’altra uomini di successo che a volte le vedono come un vantaggio offerto dalla ricchezza e dal potere. 

Le rivelazioni della Kirk arrivano in un momento in cui per Tsujihara, 54 anni, la WarnerMedia di proprietà di AT & T ha annunciato un ruolo più importante;  continuerà a dirigere lo studio cinematografico, che gestisce dal 2013, ma sta aggiungendo un portafoglio di canali per bambini e giovani adulti, tra cui Cartoon Network, Adult Swim e Turner Classic Movies. 

Secondo i messaggi, Tsujihara avrebbe detto che era pronto a organizzare un incontro con i dirigenti dello studio per i progetti cinematografici e televisivi di Warner Bros., un impegno estremamente anticonvenzionale per il presidente di uno studio. Il 3 marzo 2015, Kirk scrive esprimendo la sua frustrazione:”Sei molto impegnato, lo so, ma quando eravamo in quel motel a fare sesso hai detto che mi avresti aiutato, invece ora mi stai ignorando e mi sento usata. Mi aiuterai come hai detto?”. 

Tsujihara risponde:”Mi dispiace che tu stia così. Richard ti raggiungerà stasera”. Altri messaggi chiariscono che il riferimento era a Richard Brener, all’epoca presidente della produzione New Line della Warner. Nulla indica tuttavia che Brener, che ha rifiutato di rilasciare commenti, fosse a conoscenza di qualsiasi tipo di relazione tra Kirk e Tsujihara.  

Kirk, alla fine, è stata scelto per piccoli ruoli in due film della Warner: How’s Be Single del 2018 e “Ocean’s 2018, e secondo i documenti recensiti da THR e i resoconti delle fonti, ha ottenuto audizioni per diversi altri progetti sia alla Warner che alla Millennium Films di Avi Lerner.

I messaggi mostrano che nel corso del tempo, Kirk era diventata sempre più ansiosa poiché non stava ottenendo tanti ruoli quanti erano previsti e minacciato di coinvolgere il suo avvocato. Nel tentativo di gestire la situazione, il regista Brett Ratner tramite l’avvocato Marty Singer, fece da intermediario a un accordo che le avrebbe garantito le audizioni e un ruolo in un film diretto dallo stesso Ratner. L’accordo, secondo Singer, non è mai stato firmato. Ratner sostiene che Kirk fosse un’amica e la stesse semplicemente aiutando a ottenere delle audizioni. 

Fonti: Hollywood Reporter e Daily Mail