Cronaca Mondo

Kim Jong Un chiede aiuto ai reduci del Kgb: “Vogliono uccidermi”

kim-corea

Kim Jong Un

ROMA – Kim Jong Un ha chiesto aiuto ai reduci del Kgb. Il dittatore della Corea del Nord, riporta La Stampa si è rivolto al vecchio servizio di spionaggio dell’Unione sovietica e alcuni “super consiglieri” già nei mesi scorsi hanno raggiunto Pyongyang e avrebbero messo a punto una vera e propria “task force” con il compito di addestrare le guardie del corpo del presidente.

Soprattutto stanno dando lezioni ai nordcoreani su come prevenire e contrastare eventuali attentati, specie con l’impiego di armi sofisticate. L’intelligence nordcoreana teme soprattutto l’aquila grigia, “Gray Eagle”, il drone MQ-1C che le forze Usa impiegheranno nelle loro basi in Corea del Sud dal 2018.

I russi hanno anche una missione di carattere finanziario e commerciale per eludere le sanzioni economiche a carico di Pyongyang. Hanno già cominciato con la creazione di due società di Singapore, la Velmur e la TransAtlantic, per mascherare le transazioni in petroldollari tra la russa Independent Petroleum Company e Pyongyang. Gli Usa l’hanno scoperto e ora hanno ordinato confische per 7 milioni di dollari e multe da capogiro.

To Top