Kim Philby, a Mosca una piazza dedicata all’ex spia doppiogiochista dei “Cinque di Cambridge”

di redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2018 6:00 | Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2018 21:39
Kim Philby, a Mosca una piazza dedicata all'ex spia doppiogiochista dei "Cinque di Cambridge"

Kim Philby, a Mosca una piazza dedicata all’ex spia doppiogiochista dei “Cinque di Cambridge”

MOSCA – A Mosca una piazza è stata intitolata al celebre doppio agente britannico Kim Philby che faceva parte de “I cinque di Cambridge” e che nel 1963 acquisì la cittadinanza russa. 

Sergei Sobyanin, sindaco della capitale russa, ha ordinato per decreto la creazione di piazza Kim Philby nel quartiere di Yasenovo dove si trova il quartier generale del Servizio di Spionaggio Esterno della Russia (SVR). 

Il doppio agente britannico nel 1963 chiese asilo all’Unione Sovietica, dove morì nel 1988, scrive il Daily Mail. L’iniziativa arriva in un momento di grande tensione tra Londra e Mosca, la più alta dopo la fine della Guerra Fredda, per l’avvelenamento a Salisbury dell’ex spia Sergei Skripal.

Considerato in Gran Bretagna come il più grande traditore della Guerra Fredda, Philby era un alto agente dell’MI6. Venne scoperto negli anni ’60, dopo aver passato informazioni a Mosca per trent’anni. Kim Philby era una spia che faceva parte dei Cinque di Cambridge”, agenti segreti britannici che facevano il doppiogioco per fede nel comunismo.

Si stabilì nel centro di Mosca, a poche miglia dal quartier generale dell’agenzia di spionaggio russa, e non si sa se abbia avuto legami con il distretto che ora porterà il suo nome. Tuttavia, l’agenzia ha onorato la “eredità” di Philby con una pagina dedicata all’agente sul sito web.